PISA 2015 Results

Pubblichiamo qui di seguito il documento finale dell'indagine PISA 2015 (edito nell'aprile 2017) suddiviso in tre volumi (in lingua inglese).

Rendiamo disponibile altresì una sintesi dei risultati raggiunti dalla scuola e dagli studenti italiani (in lingua italiana)

Sul sito www.oecd.org/pisa è possibile trovare ulteriori informazioni e pubblicazioni.

Nuova Vita Magisrale (488 - aprile 2017)

Si rende disponibile in allegato il numero 488 del notiziario associativo uscito nel mese di aprile 2017.

In memoria di Lia Ferrero

di Valeria Amerano

Abbiamo perso Lia Ferrero. Inaspettatamente, come accadono le cose che ci lasciano senza parole a ricevere il colpo e a far posto dentro di noi a una realtà dolorosa, inspiegabile. Possiamo dire una vita interrotta in iniziative avviate, discorsi aperti, riflessioni che di volta in volta eravamo desiderosi di leggere sul notiziario per comprendere a fondo i problemi della scuola odierna e orientarci. Una intelligenza viva cui porre domande: di scuola o di vita; Lia Ferrero non era soltanto la professoressa, l’Ispettrice Tecnica a riposo. Non riposava per nulla: la ricercatrice scrupolosa e attenta continuava a studiare; aveva concluso la pubblicazione dei testi “Itinerari di apprendimento per la progettazione didattica della Storia” - Edizioni Il capitello, per insegnare la Storia nella scuola primaria; partecipava alla formazione degli insegnanti, ci illuminava con i suoi articoli sulla educazione degli alunni alla Cittadinanza. Trovava tempo da dedicare al volontariato presso la sua parrocchia. Una signora raffinata, colta, discreta e infinitamente umile, disposta all’ascolto, alla reciprocità.

Il cavallo di battaglia della formazione

di Gianluigi Camera

Stampa e mass media hanno dato voce, ad inizio d’anno, al non indifferente problema degli spostamenti di docenti, al ritardo delle nomine, al non rispetto della continuità didattica. Problemi seri, gravi, in parte ancora irrisolti e destinati a protrarsi nel tempo. Poi il silenzio, come se null'altro ci fosse da documentare nel mondo della scuola.

Intervista al Prof. Claudio Marazzini

di Valeria Amerano

Né racconti né filastrocche, stavolta. Cominciamo dal principio. Cominciamo dal principio per riuscire a immaginare le premesse dell’evento che oggi irrompe col fragore del tuono fra le pagine sonnacchiose del nostro notiziario. E’ il pomeriggio del 12 gennaio 2017. Il Direttivo si ritrova intorno al tavolo lungo, nella luce livida della saletta generosamente prestata dalla storica Scuola Elementare Sclopis alla nostra Associazione.

Bullismo e cyber bullismo: il potere di una condivisione

di Laura Emanuel

“La violenza nella scuola …. A cosa vi fa pensare?” I bambini mi guardano seri e riflessivi. Conoscono le regole della discussione in queste nostre attività: nessun riferimento diretto a persone, ascolto reciproco senza contrapposizioni, senza sovrapposizioni, senza nessuna espressione di giudizio, pena l’interruzione immediata del lavoro. Un’alunna risponde “La scuola fa male”. Avevo inteso fosse una domanda e l’avevo scritta alla lavagna con il punto interrogativo, ma l’alunna mi ha corretta “Era un’affermazione!” Ho cancellato il punto interrogativo. Altri compagni aggiungono altre loro esperienze di violenza nella scuola e le scrivo alla lavagna così come le dicono.