Informazioni Sindacali

Regolamento ISTAT benefici assistenziali 2018 (versione corretta)

FLC CGIL - Gio, 19/12/2019 - 20:07
Regolamento ISTAT benefici assistenziali 2018 (versione corretta)

Convegno Dirigenti Scolastici, Firenze 21-22 novembre 2019. Programma

FLC CGIL - Gio, 21/11/2019 - 12:05
Convegno Dirigenti Scolastici, Firenze 21-22 novembre 2019. Programma

Assemblea sindacale a Siracusa per il personale ATA ex CO.CO.CO.

FLC CGIL - Lun, 18/11/2019 - 11:03

La FLC CGIL Siracusa ha indetto una assemblea sindacale territoriale per il personale ATA ex CO.CO.CO., con contratto a tempo indeterminato, delle istituzioni scolastiche della provincia di Siracusa...

Investimenti per istruzione e ricerca e risorse per il contratto. Il 20 novembre riunione dei direttivi unitari al Quirino di Roma

CISL Scuola - Lun, 18/11/2019 - 10:05
Investimenti veri da destinare all’istruzione e alla ricerca nella legge di Bilancio, a partire dalle risorse per il contratto: questo l’obiettivo principale dell’iniziativa che mercoledì 20 novembre al teatro Quirino di Roma vedrà riuniti i direttivi unitari di Flc CGIL, CISL FSUR, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal e GILDA Unams.
L’assemblea, in programma a partire dalle ore 10, prevede interventi dei delegati e dei segretari generali delle cinque organizzazioni che esamineranno anche le questioni oggetto del decreto 126/2019, in via di conversione, e della legge di bilancio per il 2020. Nel pomeriggio i componenti dei direttivi prenderanno parte al presidio del personale ATA e in particolare degli assistenti amministrativi facenti funzione, in programma davanti a Montecitorio.
Con l’iniziativa del 20 novembre prosegue, dunque, la mobilitazione avviata dalle cinque maggiori organizzazioni sindacali del comparto istruzione e ricerca promotrici la scorsa settimana del sit-in sui temi del reclutamento e del precariato. Roma, 18 novembre 2019

Piano Nazionale Scuola Digitale: il MIUR cerca scuole per gestire le risorse a supporto delle istituzioni scolastiche in aree a rischio e con significativi indici di disagio negli apprendimenti

FLC CGIL - Lun, 18/11/2019 - 09:30

La Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale, con

#ascuolasicuri: in Molise scuole a rischio

FLC CGIL - Lun, 18/11/2019 - 09:21

FLC CGIL - CISL FSUR - UIL SCUOLA RUA Molise

La tragedia di Milano, costata la vita ad bambino di 6 anni caduto nella tromba delle scale della scuola primaria Pirelli di Milano, ha generato...

«Atenei, più fondi al Centro-Sud La manovra? Pronto a lasciare»

FLC CGIL - Lun, 18/11/2019 - 07:14

Ministro Lorenzo Fioramonti, il suo collega Giuseppe Provenzano, titolare del ministero del Sud, nei giorni scorsi ha detto: Milano prende dall'Italia e non restituisce nulla. Concorda con quest'affermazione?
«Milano è un...

La dirigenza scolastica tra legge e contratto

FLC CGIL - Lun, 18/11/2019 - 06:57

Come viene rappresentata la specificità della dirigenza scolastica nel nuovo CCNL?

È ancora possibile mantenere l’attuale sistema di reclutamento dei dirigenti scolastici, alla luce...

In arrivo la norma «taglia-supplenze»

FLC CGIL - Lun, 18/11/2019 - 06:56

Eugenio Bruno

Il decreto scuola entra nella settimana decisiva. E si prepara a cambiare pelle. Grazie a un pacchetto di 13 emendamenti su cui è stato raggiunto l’accordo di maggioranza e che in settimana potrebbero avere...

Quel privilegio a Milano che monopolizza la ricerca

FLC CGIL - Sab, 16/11/2019 - 08:42

Centoquaranta milioni di euro all'anno per sempre. È il finanziamento che, con la legge di bilancio 2017, lo Stato ha assegnato alla Fondazione Human Technopole (HT). Risorse pubbliche, dei cittadini, che alimenteranno progetti al di...

La società dei nullafacenti rischia l’Apocalisse

FLC CGIL - Sab, 16/11/2019 - 08:00

n libro, diceva Kafka, deve colpire come un pugno, sconvolgere l’assuefazione alle cose così come sono o sembrano essere. Ogni vero libro, non solo quelli di finzione letteraria, è o aspira ad essere un romanzo del proprio tempo...

Il CSPI su "integrazione 1ª prova scritta esami Stato" e "stabilizzazione ex LSU"

CISL Scuola - Ven, 15/11/2019 - 19:21
Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, nell’adunanza plenaria svoltasi mercoledì scorso, 13 novembre, ha espresso due pareri: 1) sullo “Schema di decreto recante integrazione del quadro di riferimento della prima prova scritta dell’esame di Stato, a.s. 2019/20”; 2) sullo "Schema di decreto interministeriale volto a definire modalità e termini di partecipazione alla procedura per l'assunzione nel ruolo di collaboratori scolastici del personale dipendente dalle imprese di pulizia dell'art. 1, comma 760, L. n. 145/2018” (stabilizzazione personale ex LSU).
                                                                                    * * *
Integrazione “quadro di riferimento” della 1ª prova scritta dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione (il CSPI, all’unanimità, ha espresso parere positivo, con l’auspicio che siano considerati le proposte di modifica formulate e i suggerimenti proposti) Il CSPI, in premessa di parere:
  • valuta positivamente l’attenzione che l’Amministrazione ha ritenuto opportuno attribuire alla Storia all’interno dell’esame di Stato;
  • apprezza la volontà di mettere in primo piano la riflessione storica, fondamentale riferimento per comprendere gli avvenimenti e per delineare i contesti nei quali possono essere trattate le tematiche poste nelle tracce, in particolare quelle indicate nella "Tipologia B";
  • propone di inserire una quarta traccia di “Ambito storico” aggiuntiva rispetto alle tre già previste per detta tipologia, lasciando inalterato il numero delle tracce delle tipologie “A” e “C”. Ciò al fine di evitare il rischio di snaturare l’impianto strutturale dei “Quadri di riferimento” per la redazione e lo svolgimento della prima prova scritta e di limitare la possibilità di avere proposte alternative in soli altri due ambiti culturali per quanto riguarda la “Tipologia B”;
  • chiede di non limitare la scelta del testo letterario “al periodo che va dall’Unità a oggi”, per evitare di escludere autori e opere di importanza fondamentale nel panorama letterario italiano, nonché oggetto di studio e approfondimento, coerentemente con quanto previsto dalle Indicazioni Nazionali e dalle Linee Guida.
Il Consiglio Superiore, dall’analisi del testo, puntualizza poi alcune richieste di modifica e raccomanda di tenere conto delle esperienze maturate nello scorso anno scolastico e dei suggerimenti emersi dalle relazioni finali dei Presidenti delle commissioni di esame, sia nella predisposizione dei materiali a supporto delle prove sia nelle indicazioni dell’annuale Ordinanza.                                                                                    * * *
Procedura di stabilizzazione personale ex LSU (il CSPI, a maggioranza, 2 astenuti, ha espresso parere favorevole a condizione che siano accolte le richieste avanzate) Il CSPI, in premessa, valuta positivamente il provvedimento di assunzione a tempo indeterminato del personale in questione, misura da lungo tempo attesa, anche ai fini di una migliore organizzazione del servizio scolastico. Il CSPI, nel merito del testo del decreto, avanza poi osservazioni e richieste.
  • Il numero delle unità organiche da assumere (11.263) risulta ridotto (di 244 unità) rispetto al numero dei posti effettivamente accantonati per la terziarizzazione dei servizi così come indicato nella “Tabella E” del Decreto Ministeriale relativo agli organici ATA per l’a.s. 2019/20: il CSPI chiede che le assunzioni a tempo indeterminato siano effettuate nel numero dei posti effettivamente accantonati, ovvero 11.507, specificando, altresì, che il numero dei posti messi a bando, sia a tempo pieno che a tempo parziale, integri nella sua interezza la risorsa finanziaria messa a disposizione dalla legge.
  • Le modalità di assunzione basate sullo scorrimento delle graduatorie provinciali dei candidati nelle quali devono essere utilmente collocati, non garantiscono equità e giustizia. Il CSPI ne chiede la modifica nel senso di prevedere una graduatoria di priorità nelle convocazioni per la scelta del posto fra quanti sono utilmente collocati in graduatoria generale, in favore di coloro che attualmente godono di un rapporto di lavoro a tempo pieno. A questo proposito, attraverso l’emanazione di una norma specifica, limitata alla presente procedura assunzionale, il punteggio di servizio maturato deve essere commisurato al numero delle ore di servizio annualmente prestate. Questo onde evitare che vi sia del personale che vada incontro ad una riduzione di stipendio passando dal rapporto di lavoro a tempo pieno a quello parziale.
  • Il CSPI, sottolineando che occorre prendere in considerazione la possibilità che si verifichi un esubero di personale in ambito provinciale, suggerisce la previsione di una sequenza negoziale specifica di livello regionale che regoli la mobilità interprovinciale in ambito regionale finalizzata all’assorbimento di detto eventuale esubero provinciale in favore di province che abbiano fatto registrare una carenza del personale beneficiario.
  • Alcuni lavoratori, pur nell’ambito di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, hanno dovuto subire interruzioni di servizio imposte da parte del datore di lavoro. Il CSPI, al fine di evitare fraintendimenti circa il computo dei servizi prestati valutabili, ritiene opportuno aggiungere, nello specifico articolo del decreto, la locuzione «senza tener conto di eventuali sospensioni del lavoro».
Il CSPI inoltre
  • fa richiesta di eliminare il cenno ad una “prova” selettiva, non contemplata nel decreto;
  • chiede che possano partecipare al concorso con la riserva dell’acquisizione del titolo entro la data di compilazione delle graduatorie di merito anche quei lavoratori che, nel frattempo, stanno conseguendo il titolo di studio richiesto;
  • auspica, nell’eventualità che i lavoratori utilmente collocati in graduatoria siano in numero inferiore al numero dei posti attivabili, che sia possibile la trasformazione dei contratti a tempo parziale in contratti a tempo pieno, fino alla capienza della risorsa finanziaria disponibile;
  • ritiene necessario che l'Amministrazione si impegni a prevedere nel periodo di prova del personale in oggetto un’attività di formazione relativa al profilo professionale coperto.
Il CSPI, infine, nel trasmettere il parere all’Ufficio Gabinetto del Miur:
  • propone al Sig. Ministro, considerati la complessità dell’operazione e gli effetti che questa produrrà in termini occupazionali, di farsi promotore dell’apertura di un "tavolo interistituzionale". Il grande impatto sociale che deriva da tale operazione, infatti, richiede di trovare adeguate soluzioni al fine di mantenere i livelli occupazionali e la continuità di reddito di tutti i lavoratori coinvolti;
  • ritiene utile che l’Amministrazione, stante l'assoluta novità e complessità della norma e delle procedure, predisponga specifiche "schede esplicative di lettura" al fine di agevolare il personale coinvolto.

AFAM: pubblicate le graduatorie nazionali ad esaurimento del personale docente aggiornate

FLC CGIL - Ven, 15/11/2019 - 18:13

Sul sito del CINECA sono state pubblicate le graduatorie nazionali del personale docente afam aggiornate dopo le immissioni in ruolo 2018/19 e dopo l’esito di alcuni contenziosi...

ISTAT: la partita a scacchi dei direttori tra conferme, spostamenti e qualche novità

FLC CGIL - Ven, 15/11/2019 - 17:42

Giovedì 14 novembre sono usciti, con due distinte

Feltre (BL), convegno "Il sistema integrato da zero a sei anni: prospettive di qualità per le bambine e i bambini"

FLC CGIL - Ven, 15/11/2019 - 17:33

Il 30 novembre 2019 l'Associazione professionale Proteo Fare Sapere Veneto e la Città di Feltre organizzano il convegno "Il sistema integrato da zero a sei anni: prospettive di qualità per le bambine e i bambini". La...

CNR: manifestazioni di volontà e impegni generici non bastano, occorrono certezze

FLC CGIL - Ven, 15/11/2019 - 17:12

Il 13 novembre, alla vigilia dell’approvazione del Piano di Fabbisogno 2019/2021, si è tenuto il confronto con l’Amministrazione che ha presentato un’informativa sul nuovo PdF giudicata dalle OO.SS...

Iscrizioni alunni per l'a.s. 2020/21, emanate le annuali disposizioni ministeriali

CISL Scuola - Ven, 15/11/2019 - 16:47
È stata emanata, dopo lo specifico incontro di informativa alle organizzazioni sindacali, la nota ministeriale prot. n. 22994 del 13.11.2019 riguardante le “Iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2020/21”, corredata dei relativi allegati. Il provvedimento regolamenta, come di consueto, le procedure di iscrizione:
  • alle sezioni di scuola dell’infanzia
  • alle prime classi di scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado
  • alle prime classi dei percorsi di istruzione e formazione professionale
  • alle classi terze dei licei artistici e degli istituti tecnici
  • ad alcuni percorsi di specializzazione (enotecnico)
All’iscrizione alle classi successive e a quelle degli alunni ripetenti, come ricorda espressamente la circolare, provvedono d’ufficio le singole istituzioni scolastiche. Scadenze Le domande potranno essere presentate dalle ore 8:00 del 7 gennaio alle ore 20:00 del 31 gennaio 2020, ad eccezione di quelle relative all’iscrizione ai corsi di istruzione per adulti (CPIA), per le quali sarà successivamente emanata una specifica nota. Le iscrizioni alle sezioni di scuola dell’infanzia avverranno utilizzando come di consueto il modello cartaceo, mentre per le prime classi degli altri gradi di scuola le iscrizioni avverranno con procedura on-line (esclusi alcuni casi particolari, indicati puntualmente nella circolare). Dal 27 dicembre sarà possibile per i genitori accedere alla procedura di registrazione al sistema Polis per ottenere le credenziali di accesso alle iscrizioni. Le scuole sono tenute a offrire un supporto alle famiglie prive di strumenti informatici. Aspetti di particolare rilievo
  • Per consentire ai genitori una scelta informata e consapevole, ogni scuola potrà predisporre un proprio modello di iscrizione (nel quale riportare eventuali informazioni aggiuntive), utilizzando l’apposita funzionalità disponibile sul portale SIDI.
  • Relativamente ai dati informativi richiesti alle famiglie, la circolare richiama tutte le disposizioni vigenti in materia di trattamento dei dati come previsto dalle disposizioni sulla Privacy.
  • Si fa espresso riferimento agli adempimenti in materia di obblighi vaccinali e alle procedure semplificate previste dalla legge 119/2017.
  • Circa la scuola secondaria superiore la nota ministeriale detta specifiche disposizioni relative alle iscrizioni ad indirizzi particolari: alla prima classe dei licei musicali e coreutici (per la cui ammissione è richiesto il superamento di prove attitudinali); alle sezioni a indirizzo sportivo dei licei scientifici; alla prima classe dei “percorsi quadriennali”; alla terza classe dei licei artistici; alla terza classe degli istituti tecnici; alla prima classe degli istituti professionali (di cui si ricordano le indicazioni sui profili d’uscita degli indirizzi di studio così come previsto dallo specifico DM 92/2018; alla terza classe degli istituti professionali; ai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP).
Indicazioni varie La nota 22994, altresì
  • conferma le regole per la scelta di avvalersi o meno dell’insegnamento della Religione Cattolica;
  • ricorda il carattere assolutamente volontario di eventuali contributi economici richiesti alle famiglie, ferma restando invece l’obbligatorietà del pagamento delle tasse scolastiche (con l’eccezione dei casi di esonero);
  • richiama l’obbligo del dirigente scolastico, in caso di eccedenza di iscrizioni, di rendere pubblici i criteri di precedenza per l’accoglimento delle domande, deliberati dal Consiglio di Istituto, fornendo contemporaneamente, al riguardo, una serie di indicazioni e raccomandazioni;
  • ricorda gli adempimenti dei genitori e degli esercenti la responsabilità genitoriale.