NVM 471

Della valutazione

Alcuni fenomeni di rifiuto che si sono manifestati nella scuola, soprattutto di secondo grado, in occasione della somministrazione delle prove INVALSI, suscitano qualche perplessità e meritano una riflessione di approfondimento.

Biella e Torino: le prime della classe?

La Rivista “Tuttoscuola”, tra le più lette e documentate nel mondo dell'istruzione, ha pubblicato, nel maggio u.s., il 2° Rapporto sulla qualità della scuola italiana, a distanza di quattro anni dalla prima edizione.

La pubblicazione, attesissima nell'ambiente degli addetti ai lavori, tiene conto di 96 indicatori di qualità che descrivono le aree di eccellenza e di criticità del nostro mondo scolastico.

Gli indicatori sono raggruppati in quattro macro-aree:
Strutture e risorse;
Organizzazione e servizi;
Condizioni del personale;
Risultati scolastici.

Scuola statale scuola non statale

Premetto che l’espressione "scuola pubblica", spesso nell’uso comune intesa come scuola statale, va chiarita in quanto espressione ambivalente. Infatti correttamente si deve definire "scuola pubblica" sia la scuola di Stato sia la scuola paritaria (pareggiata o parificata, come si diceva un tempo) in quanto tale scuola, avendo acquisito mediante la verifica dell’autorità scolastica, tutti i crismi della parità, svolge una funzione pubblica quanto la scuola statale.

Qualche spunto per un'educazione alla cittadinanza nella scuola primaria

Le responsabilità dell'ambiente
Formare a una cittadinanza consapevole e responsabile è un obiettivo alto: coincide sostanzialmente con quello dell’educazione intesa in senso lato e coinvolge pertanto non solo gli aspetti razionali della personalità, ma più e prima ancora quelli emotivi, affettivi e comportamentali.

Perché arrivi a radicare nelle coscienze i suoi valori e i suoi modelli, tale formazione esige dunque un percorso che deve poter abbracciare l’intero arco della scolarità e deve ovviamente potersi affinare e articolare lungo il corso della vita.

In ricordo di Fiorenza Sulliotti

Ricordiamo con affetto e commozione la nostra socia Fiorenza Sulliotti, venuta a mancare lo scorso mese d'aprile all'età di 94 anni. Fu a lungo segretaria zelante presso la nostra Associazione, nonché poetessa sensibile e arguta in lingua italiana e in dialetto. Con gratitudine, la Tommaseo desidera recarle omaggio pubblicando alcune sue composizioni:

Na cita banca
Setà s'na cita banca d'un giardin
che për mi l'è n'arcòrd dla prima età
i spetava che 'l sol scaudeìssa 'l cheur
parèj dij vej ch'a scaudo j'òss al sol.

Neuv ëd Giugn

Il tranquillo mestiere del maestro

Quale ex maestra, mi piace ascoltare da mia madre, scolara di un paesello del pinerolese negli anni Venti, come si configurava la scuola a quel tempo in provincia. In seconda elementare gli alunni in classe erano cinquantaquattro, molti dei quali di quattordici- quindici anni, che la maestra Pierina Motta, scolpita nella memoria di molti anziani, educava e istruiva con piglio e competenza.