Sintesi ipotesi CCNL 06-09 a cura di FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola

IL TESTO SIGLATO LO SCORSO 7 OTTOBRE è l'ipotesi di contratto collettivo nazionale del comparto scuola per il quadriennio giuridico 2006-2009 e per il 1° biennio economico 2006-2007. Attualmente è all'esame degli Organi di controllo; se non ci saranno rilievi, verrà sottoscritto definitivamente ed entrerà in vigore nei primi giorni del prossimo mese di dicembre.

LE SEQUENZE CONTRATTUALI.
Istituti che verranno contratti dopo la firma definitiva del contratto (escamotage per chiudere più in fretta su parti dove si era già trovato accordo):

* art. 22: Educazione degli adulti
* art. 62: Personale ATA
* art. 85: Determinazione dei parametri per la ripartizione delle risorse del Fondo di istituto
* art. 90: Integrazione delle risorse derivanti dalla Finanziaria 2008
* art. 91: Norme disciplinari docenti.

LE TABELLE DEGLI AUMENTI
L'incremento totale ed i relativi arretrati sono quelli riportati nella tabella allegata. Scaturiscono dagli articoli sugli aspetti retributivi (da 78 a 90) e sono comprensivi degli incrementi stipendiali, degli incrementi del CIA e della RPD, dell'utilizzo della quota dello 0,7%, delle risorse aggiuntive per il comparto scuola conseguenti ai risparmi. La disponibilità di tali risorse varia: alcune sono già disponibili nel 2007 (vedi tabelle del contratto), altre - pur conteggiate - richiedono l'approvazione della Finanziaria 2008 (il Consiglio dei Ministri le ha impegnate nel testo predisposto).

RETRIBUZIONE ORARIA PER ATTIVITÀ DI INSEGNAMENTO E DI RECUPERO
Premesso che le tabelle con i nuovi importi per le attività aggiuntive entreranno in vigore dal 31-XII-2007, e che fino a quella data i compensi rimangono quelli stabiliti nel CCNL attualmente in vigore, evidenziamo che il nuovo Contratto valorizza il lavo- ro in aula dei docenti e stabilisce che le risorse del fondo ad essi destinate vanno fina- lizzate prioritariamente agli impegni didattici in termini di flessibilità, ore aggiuntive di insegnamento, di recupero e di potenziamento dell'offerta formativa (art. 88, c.1). Di conseguenza, a partire dal 31-XII-2007, sono aumentati gli importi orari dei com- pensi, stabiliti in:

* euro 35 per ogni ora aggiuntiva di insegnamento svolta dal personale docente ed educativo delle scuole di ogni ordine e grado;
* euro 50 per ogni ora aggiuntiva di insegnamento svolta dai docenti della secon- daria superiore per l'attuazione dei corsi di recupero per gli alunni con debito formativo.

CALCOLO DEL FONDO D'ISTITUTO, IN ATTESA DELLA DEFINIZIONE DEL NUOVO SISTEMA.
Considerando che per il corrente anno il fondo di istituto è già stato attribuito alle singole scuole con i criteri del CCNL 2002- 2005 ancora in vigore, e considerando anche che i nuovi parametri per il calcolo verranno definiti non prima del prossimo mese di gennaio (art. 85), è opportuno che per quest'anno sia la programmazione che il contratto di istituto vadano definiti sulla base delle risorse assegnate con i criteri del CCNL 2002-2005.

ALCUNE NOVITÀ DEL CCNL 2006 NORME COMUNI
* art. 12 (congedi parentali) Il periodo di astensione obbligatoria è da considerarsi servizio effettivo anche per l'eventuale proroga dell'incarico di supplenza (comma 2).
* art. 13 (ferie) Anche le assenze parzialmente retribuite non riducono le ferie (comma 14).
* art. 15 (permessi retribuiti) I 3 giorni di permesso per lutto sono estesi ai conviventi e possono essere fruiti anche in ma- niera non continuativa (comma 1); i permessi per motivi personali (3 giorni + 6) sono definiti un "diritto" (comma 2); i 15 giorni per matrimonio sono fruibili da una settimana prima a 2 mesi dopo l'evento (comma 3).
* art. 17 (assenze per malattia) gravi patologie: sono escluse dal computo delle as- senze per malattia anche le assenze dovute alle conseguenze certificate delle terapie (comma 9); la comunicazione dell'assenza per le vie brevi deve contenere anche la presumibile durata della prognosi (comma 11).
* art 18 (aspettativa) L'aspettativa spetta anche per motivi personali (comma 1); è stato eliminato il riferimento ad "altro comparto della Pubblica Amministrazione", per cui l'esperienza di una diversa attività lavorativa o il superamento di un periodo di prova possono essere realizzati sia nel comparto pubblico che nell'ambito del lavoro privato (comma 3).
* art. 21 (diritto di mensa) Il diritto è esteso:
o al personale ATA di servizio alla mensa;
o ad entrambi i docenti eventualmente presenti contemporaneamente nella sezione, per effetto dell'orario di funzionamento della mensa adottato dalle singole scuole (commi 2- 5).

DOCENTI (ART. 24 - 43)
* art. 24 (intenti comuni) Norma programmatica che impegna le parti, in presenza di risorse specificamente destinate, a ricercare - in sede contrattuale - modalità, procedure e strumenti di incentivazione e valorizzazione professionale e di carriera dei docenti.
* art. 25 (contratto individuale) Viene specificato che il part-time è possibile - già al momento dell'assunzione - anche per il personale a tempo determinato (comma 6).
* art. 26 (funzione docente) Il POF viene deliberato anche in riferimento agli obiettivi qualitativi di apprendimento degli alunni in ciascuna classe e nelle diverse discipline; i risultati sono comunicati alle famiglie con le modalità decise dal Collegio dei docenti (comma 3).
* art. 27 (profilo professionale docente) Nel profilo professionale (costituito da competenze disciplinari, psicopedagogiche, metodologico-didattiche, organizzativo-relazionali e di ricerca) è stato inserito il riferimento alle competenze relative alla documentazione e alla valutazione.
* art. 28 (attività di insegnamento) Gli impegni del personale docente contenuti nel piano annuale delle attività sono conferiti in forma scritta dal dirigente;
* art. 29 (attività funzionali) Si precisa che le due tipologie di impegni collegiali (Collegio dei docenti e Consigli di classe) sono entrambe "fino a 40 ore annue" (comma 3).
* art. 31 (ricerca e innovazione) Norma programmatica per l'utilizzazione di eventuali finanziamenti aggiuntivi per la ricerca educativo-didattica e valutativa per la valorizzazione del lavoro d'aula e per l'elevazione degli esiti formativi delle scuole: "In sede di contrattazione integrativa nazionale saranno altresì definite modalità e criteri di utilizzazione di eventuali risorse aggiuntive per le scuole che, sulla base di valutazioni oggettive operate dal sistema nazionale di valutazione, tengano conto delle condizioni iniziali di contesto finalizzate all'elevazione degli esiti formativi".
* art. 39 (rapporti di lavoro a tempo parziale) Al personale in part-time è riconosciuto il diritto ad usufruire anche delle festività soppresse (comma 11).
* art. 98 (comitato paritetico sul mobbing) Viene istituito un comitato paritetico sul mobbing.

Andrea Colombo